Funzionario saudita del petrolio: le recenti preoccupazioni sulla crescita della domanda di petrolio sono esagerate

Un funzionario del ministero del petrolio dell’Arabia Saudita ha dichiarato oggi che le recenti preoccupazioni per la crescita della domanda di petrolio sono state esagerate e riflettevano un cattivo sentimento macroeconomico, secondo Reuters. Avendo praticamente abbandonato un approccio equilibrato, il governo Modi ha, in effetti, puntato su Israele e le monarchie del Golfo, relegando le relazioni con l’Iran. Per ora, sembra aver fatto la sua scelta. Ad un certo punto, la politica monetaria creerà inflazione e i mercati saranno a rischio. DOLLAR DILEMMA Di tutte le mosse del mercato, forse il più preoccupante è stato il rimbalzo del dollaro. Il problema ora è che nessuno può essere sicuro di ciò che farà la Fed, quando lo farà e di quanto.

Il rapporto è arrivato il giorno dopo che il principale produttore di rame Codelco ha dichiarato di voler riavviare alcune operazioni nella sua fonderia di Chuquicamata nel nord del Cile dopo un arresto di quattro mesi, una mossa che si aggiungerà alle forniture globali. Nonostante le notizie secondo cui la lettera è stata inviata via email all’Associated Press al Cairo, nessuna fonte di notizie ha pubblicato il testo integrale della petizione. La lettera, che chiede il perseguimento di Nayef, sostiene che il Ministero degli Interni sotto Nayef ha istituito politiche che aggravano l’estremismo e favoriscono la violenza nel regno. Tuttavia, la petizione richiama l’attenzione su un cambiamento significativo, sebbene graduale, nel discorso politico saudita. È interessante nel contesto delle rivoluzioni in Tunisia e in Egitto, in cui i manifestanti hanno rovesciato regimi che hanno ritenuto stagnanti, inadeguati e avidi.

Un terzo modo è quello di vendere il debito alle banche centrali e farlo finanziare perpetuamente a bassi tassi di interesse che vengono poi rimessi ai loro buoni del tesoro. Le banche private possono fallire, ma una banca centrale in grado di stampare denaro accettabile per il commercio globale non può fallire. Una banca centrale prevedibile è uno dei segni distintivi non apprezzati di un mercato forte e stabile. La prossima è la Bank of England, che termina la sua riunione di politica monetaria martedì.

Inizialmente le azioni e le obbligazioni si sono rialzate e il dollaro si è indebolito. I prezzi sono ora al minimo da metà febbraio. I tassi di interesse rimarranno bassi più a lungo, i prezzi delle attività continueranno ad essere artificialmente elevati. I commenti di Powell mercoledì durante la sua conferenza stampa secondo cui i bassi tassi di inflazione sono probabilmente transitori non si scontrano esattamente con il crescente consenso sul fatto che l’inflazione è bassa per motivi strutturali.