Stagflazione

In economia, stagflazione si riferisce ad uno stato in cui vacilla dell’economia tasso di crescita, gli aumenti dei tassi d’inflazione, e resti occupazione stagnante. Si pone un problema per la politica fiscale in quanto le azioni economiche previste mirano a ridurre l’inflazione può esacerbare la disoccupazione. La situazione di stagflazione è stato diffuso per l’economia brevetto britannico dal 1970 in anticipo. Ma non è mai completamente scomparso. Tuttavia, è diminuita rispetto al picco alla fine del 1980.

Stagflation può essere diviso in due tipi. In primo luogo, v’è la condizione in cui l’economia sperimenta un graduale calo dell’occupazione. Questa condizione può verificarsi in qualsiasi momento durante un ciclo economico ed è spesso definito come ‘inflazione appiccicoso.’ Stagflazione può essere causato da una serie di fattori, tra cui le variazioni dei tassi di interesse e prezzi delle materie prime, l’instabilità politica, e anche gli sviluppi tecnologici. Stagflazione solito si verifica quando i tassi di interesse aumentano e quando il prezzo delle materie prime aumenta. Può anche essere causato dall’introduzione di nuove tecnologie come l’introduzione del microchip nel 1970. Le politiche economiche volte a soffocare l’inflazione può anche rendere la condizione peggiore.

Quando si verifica stagflazione, la disoccupazione resta elevata e l’inflazione rimane ostinatamente alto. Anche se ci sono alcuni miglioramenti nella salute generale dell’economia, il tasso di occupazione rimane bassa, l’inflazione continua a salire, e non ci sono risorse sufficienti per mantenere il ciclo economico. Gli effetti della stagflazione possono essere particolarmente gravi in ​​una recessione dalla maggior parte delle aziende sperimenteranno un calo del numero dei dipendenti, e alcune aziende sarà anche chiudere.

Al fine di affrontare la stagflazione, è importante che le politiche economiche sono orientati verso stimolare l’economia. Per fare questo, può essere necessario per il governo di tagliare le spese e aumentare la tassazione. Il governo può anche cercare di incoraggiare la spesa attraverso vari incentivi come interruzioni o riduzioni del costo di alcune materie prime fiscali. Il governo può anche utilizzare la politica monetaria della banca centrale per controllare il mercato. Tuttavia, un tale approccio rischia di creare pressioni inflazionistiche. Pertanto, invece di basarsi sull’uso di politica fiscale per controllare l’economia, può essere necessario per implementare l’uso della politica monetaria della banca centrale, ma in misura minore.

Al fine di contrastare gli effetti della stagflazione, è importante per il governo ad attuare una politica monetaria che manterrà un’inflazione sana nell’economia. Invece di basarsi sull’uso di politica fiscale per evitare l’inflazione, esso, il governo dovrebbe ricorrere all’uso della politica monetaria per stimolare l’economia. In questo modo, è più probabile che per mantenere un livello moderato di inflazione e quindi evitare un livello di inflazione che causerà disoccupazione e portare a collasso sociale.

L’uso della politica fiscale può anche avere a comportare l’uso di tassi di interesse e la politica fiscale. Questi sono considerati i principali strumenti nel trattare con stagflazione. Uno dei modi più comuni per gestire gli effetti della stagflazione è attraverso l’uso dei tassi di interesse. I tassi di interesse possono essere usate per incoraggiare la spesa facendo costi di finanziamento più alto e aumentando così la quantità di denaro disponibile alle famiglie. Si può anche usare i tassi di interesse per scoraggiare la spesa.

Maggiori informazioni sul sito FIBO Group