Sterlina britannica (GBP) Più recente: la volatilità crolla mentre la coppia GBP / USD si stabilizza

La sterlina britannica (GBP) viene negoziata a un volume di scambi inferiore. Questa volatilità è accompagnata dal tasso di cambio volatile tra l’euro e il dollaro USA.

Secondo MarketWatch, i partecipanti al mercato più grandi e più attivi sono grandi trader e la liquidità sul mercato di Londra è tutt’altro che sufficiente per soddisfare le richieste. Perché sta succedendo?

Come notato sopra, il GBP ha perso oltre il dieci percento in valore rispetto al dollaro dalla fine di gennaio. Perché? Perché il Federal Reserve Board degli Stati Uniti ha segnalato che intende aumentare i tassi di interesse, il che potrebbe ridurre la disponibilità di dollari statunitensi sui mercati mondiali.

Per trarre vantaggio da questo cambiamento, molti grandi trader statunitensi si stanno rivolgendo alla sterlina britannica (GBP) come valuta alternativa. Allo stesso tempo, l’euro è aumentato nettamente rispetto al dollaro USA e ha iniziato a competere con il GBP come valuta di riserva rivale.

È possibile che stiamo assistendo agli inizi di una contrazione globale dell’economia. In tal caso, un dollaro più debole e tassi di interesse in aumento potrebbero comportare un tasso di inflazione inferiore e livelli di risparmio più elevati. Ciò a sua volta si tradurrà in un ulteriore indebolimento della sterlina britannica e, di conseguenza, in una valuta più economica o più efficiente da acquistare per gli operatori.

In ogni caso, non vi sono segni di questo contagio che si diffonde dalle principali valute ad altre nazioni. E la sterlina britannica è in realtà meno volatile rispetto all’euro, poiché la Banca centrale europea non interviene nei mercati Forex.

Tuttavia, vale la pena notare che l’economia del Regno Unito è fortemente dipendente dal commercio con l’UE, quindi la sua attuale “crisi” è simile a quella avvenuta alla fine del 2020 quando l’euro ha iniziato a deprezzarsi. In effetti, la causa dell’attuale divergenza di due principali coppie di valute ha meno a che fare con i tassi di interesse che con la natura grave e prolungata della contrazione economica globale.

Tuttavia, è importante sottolineare che al momento in cui il Regno Unito ha adottato l’euro come valuta, lo ha fatto sotto coercizione della Banca centrale europea. La BCE sta affrontando sfide economiche proprie e se esiste un’unica società al mondo che potrebbe beneficiare del deprezzamento dell’euro, è la BCE.

La Banca centrale europea ha stabilito che l’ammortamento dell’euro è nei suoi migliori interessi e tale opinione è condivisa dalle banche centrali del Giappone e degli Stati Uniti. Perché?

In primo luogo, non è necessario che le nazioni membri dell’Unione Europea acquistino i loro prodotti quando possono invece acquistarli in un’altra valuta. In secondo luogo, poiché l’euro è ora ampiamente riconosciuto come valuta di riserva primaria di molte nazioni, ciò offre ai membri della zona euro un motivo per evitare aumenti aggressivi dei tassi di interesse.

In breve, l’aumento dell’euro è un grande vantaggio per la BCE in quanto cerca di favorire una ripresa dell’economia europea. Si tratta di uno sviluppo significativo in quanto è noto da tempo che i servizi finanziari sono fondamentali per le economie dell’UE e se l’Europa deve raggiungere i suoi obiettivi di sviluppo economico, deve essere in grado di attrarre capitali stranieri.

In effetti, è l’euro che consente ai governi di mantenere il controllo sui loro settori finanziari e che questo è in definitiva il motivo per cui l’euro è diventato la valuta internazionale di scelta per le grandi società che rendono più facile per l’Europa mantenere la crescita economica e i livelli di occupazione . Il calo della sterlina britannica è veramente sfortunato, in quanto indebolisce la resilienza del continente e lo distrae da questo compito critico.